Ristorante Giardino – San Colombano al Lambro (MI) – Ovvero: novantotto euro per due ravioli scotti.

Ristorante Giardino – San Colombano al Lambro (MI) – Ovvero: novantotto euro per due ravioli scotti.

Domenica scorsa, in occasione della Sagra dell’Uva di San Colombano al Lambro (ridente paesello della Bassa Padana in provincia di Milano, ma di fatto in pieno territorio Lodigiano), noi di FreeBear abbiamo approfittato per recarci al ristorante “Giardino”, con una congrua delegazione di orsi e cacciatori al seguito.

Il posto fa ormai parte della storia di San Colombano e, da qualche anno a oggi, ha cambiato ubicazione: si affaccia sempre sul corso principale del paese, ma ora è in prossimità del Castello.

L’ingresso è grazioso ed è composto da un’unica vetrina, mentre il locale si sviluppa in lunghezza.

Siamo in sei persone; attendiamo qualche minuto affinché il cameriere ci prepari frettolosamente il tavolo; ci sediamo e lasciamo che la burbera signora dall’accento russo ci racconti il menù del giorno.

Decidiamo di saltare l’antipasto buttandoci sui primi, mentre da bere ordiniamo una bottiglia di vino rosso senza troppe pretese e un paio di bottiglie d’acqua.

La pasta è cucinata piuttosto male: scotta e troppo salata. I ravioli sembrano quelli di “Quattro salti in padella”! Un vero peccato, se si pensa alla qualità, all’aria familiare e genuina che si respirava qualche anno addietro, nel precedente modo di gestire il locale, nonché alla cura nella preparazione dei piatti.

Provati e affranti, decidiamo quasi all’unanimità di non proseguire l’iter culinario. Soltanto uno di noi s’arrischia e comanda un secondo: arrosto di quadrupede triste in salsa di lacrime amare, il tutto condito dall’assoluta carenza di simpatia del personale.

Si ordinano quindi caffè e conto: novantotto euro, acidità di stomaco e delusione comprese nel prezzo.

Uscendo dal ristorantino abbiamo approfittato per fare un giro in paese e ammirare lo splendore delle bancarelle che offrivano uva e vino a prezzi da gioielleria, alla faccia della sagra paesana!

Intanto il profumo di salamella alla lambiva le nostre narici e ci ricordava che, con pochi spiccioli, avremmo potuto pranzare decentemente e senza troppi fronzoli, seduti su una panca e appoggiati a un tavolaccio di uno dei tanti stand della sagra.

E’ un vero peccato che il buon vecchio Giardino si sia trasformato, da trattoria a gestione familiare a ristorante un po’ più su di tono, ma totalmente privo della qualità e dell’ambiente casalingo che lo contraddistingueva in passato, seppur con il medesimo personale.

Sconsigliato da FreeBear

Ristorante Giardino
Via Mazzini, 75
San Colombano al Lambro (MI)
Tel.: 0371 89 288

yggtorrentz telecharger | click | torrent search