Prima tappa: Madrid

Prima tappa: Madrid

La prima tappa del nostro viaggio in Spagna non poteva che essere la Capitale. Questa volta abbiamo deciso di pernottare nel quartiere Chueca, in modo tale da evitare le solite camminate kilometriche per raggiungere i locali.

Ci troviamo quindi nel cuore della vita notturna di Madrid, a due passi dai più famosi locali Gay, Bear, Leather e similari. Piccola chicca di questo quartiere: è quasi completamente coperto da connessione internet WiFi.

Ma torniamo a noi. Siamo capitati nell’Hostal Dolcevita, situato al terzo piano senza ascensore, con un ingresso-accoglienza-sala-prima-colazione color verde impolverato, guarnito da tende altrettanto terrificanti. Vorrei inoltre segnalare che, alla data attuale, sono in corso i lavori di ristrutturazione delle scale, fatto che non viene menzionato all’atto della prenotazione.

La nostra stanza ha le pareti rosa lucido e non ha il bagno in camera, ma possiede solo un lavandino. Stendiamo un velo pietoso sull’arredamento e sulla grandezza dei letti (abbiamo soggiornato in una tripla uso doppia con micro-letti separati da una scaffalatura metallica da cantina che fungeva da armadio.

La nostra stanza.

Menzione particolare merita la triste prima colazione inclusa nel prezzo del pernottamento: un muffin del disocount, una fetta biscottata, una brocca di latte UHT, caffè come nessun uomo l’abbia mai provato, fiocchi d’avena. Il tutto servito su un tavolo condiviso con gli altri ospiti dell’albergo, nella suddetta agghiacciante saletta-ingresso-eccetera, per giunta senza alcuna finestra.

Il bagno in comune (non siamo riusciti a prenotare una stanza con bagno) è letteralmente un cesso di servizio. La prima sera è anche mancata l’acqua calda! Stendiamo anche qui il classico velo peloso d’ordinanza.

Insonorizzazione nulla: si sentono chiaramente i discorsi degli altri. E questo potrebbe essere alquanto spiacevole, specie se vi vien voglia di far sesso con il vostro compagno o ancora se vi passa per la testa di godervi un riposo pomeridiano alla fine di una scarpinata per Madrid.

Il costo del pernottamento, con prima colazione, è stato di circa 90 euro per due notti in camera doppia. E’ possibile pagare con le più comuni carte di credito.

Catastrofica anche la connessione Internet WiFi, che ha funzionato a singhiozzo solo la prima mattina. Tuttavia hanno una postazione fissa in reception.

Ammirate il gusto con cui è arredata la camera!

Nel complesso, le condizioni igieniche sono appena accettabili (almeno quelle!), ma questo purtroppo non è sufficiente a esprimere un giudizio positivo su questo albergo tutto da rifare!

Se potete, evitatelo!

Hostal Dolce Vita
Calle San Bartolome 4 (3° piano)
Madrid, 28004
Espana

yggtorrentz telecharger | click | torrent search