Orsi e saldi

Orsi e saldi

In questi giorni post festaioli, anche la nostra razza si avvicina a quella che ormai è diventata una necessaria abitudine: la caccia.

Ma non la caccia al cacciatore o all’orso lesbico di turno, bensì la caccia al saldo!

Eh si, perché con questa storia che noi orsi siamo un gruppo, che facciamo setta eccetera, abbiamo finito con il crearci una divisa di riconoscimento che, tra l’altro, il più delle volte non costa neanche poco.

Ormai gli “avidi e arcigni” signori della moda sfruttano qualsiasi cosa e l’abbigliamento, che prima era semplicemente casuale e comodo, si è trasformato in linee di moda dalle definizioni veramente inquietanti come: “casual british”, “casual dark”, “fashion xxl” .

Quelli che una volta erano marchi di abiti da lavoro si sono trasformati in simboli mediatici dell’essere orsi. Non importa se grasso o magro, se peloso o no, se gay o etero: l’importante è sentirsi orso, in presunta pace con il mondo e in continua ricerca del naturale, in armonia con le persone e gli uccelli (d’accordo, potevo scrivere animali, ma gli uccelli tirano di più hahahahaha doppio calembour carpiato).

Timberland confeziona abiti e camicie, spesso in over size, che ormai possono arrivare a costare anche piu di 100 euro, Lafuma http://www.lafuma-boutique.com, noto marchio francese di abbigliamento tecnico montanaro, vende le sue camicie con misure che arrivano alla quinta xl.

Mentre per quelli che ancora non hanno ceduto alla lista delle “ics” davanti alla “elle”, uno dei nuovi marchi più diffusi che ho visto su cacciatori e musclebear, sia al Company di Milano che al Woflf bar di Parigi, è senza dubbio “Boxeur des rues” http://www.boxeurdesrues.com.

 
Ma veramente noi orsi siamo così conciati? Non ci siamo resi conto che la nostra voglia di stare comodi, di essere casual è diventata una moda scomoda? Che il nostro modo di essere è stato scippato da marchi e stilisti?

E’ dunque vero che anche noi paladini dello “stare bene con sé stessi”, del “vivere tranquilli e nature”, ci siamo trasformati in una versione bear di “sex and the city” e facciamo la fila per comperare l’ultimo paio di scarpe alla moda?

Se sie tra quelli che pensano sia vero, sappiate che quest’anno le scarpe di Manolo hanno nomi come Patoso, Nefasta, Compulsa e Futtuta (giuro, non scherzo! Andate a vedere se non ci credete: http://www.manoloblahnik.com), anche se non credo che le scarpe di Manolo Blahnik si adattino ai piedoni degli orsi.

Se invece appartenete alla lista dei “puri e duri” e non cedete alle mode, sappiate che non ne uscirete indenni ugualmente perché questo è l’anno del “casual-down plaid”: il solito ritorno di moda (detto cosi ricorda un difetto gastroenterico no?) che vi impedirà di mettere anche le vetuste camice a scacchi con i soliti jeans , perché saranno di gran moda e molto trendy di tendenza .

Per tornare ai saldi, secondo me dovremmo continuare a limitarci a quelli che ci sono tutte le sere nei locali bear, dove a una certa ora, quando il posto comincia a svuotarsi, ci si rende conto che se non si abbassa il target di caccia, si torna a casa senza aver combinato nulla.

Ci si lancia quindi al bancone in cerca di una camicia o una maglietta d’occasione. Basta che contenga almeno un orso! Se poi non è della taglia giusta o ha qualche imperfezione poco importa: ce lo si porta a casa ugualmente.

In fondo può essere sempre utile e poi viene via per niente.

yggtorrentz telecharger | click | torrent search