Berlino – Cronaca di un viaggio ursino

Berlino – Cronaca di un viaggio ursino

"Berlino, ci son stato con Bonetti, era un po’ triste e molto grande…". Così recitava una nota canzone di Lucio Dalla una trentina d’anni fa, quando nell’attuale Capitale tedesca c’era ancora un assurdo muro che divideva la zona est da quella ovest.

Ebbene, ora quel muro non c’è più e Berlino è stata quasi completamente "ridisegnata" e ricostruita utilizzando architetture e tecniche all’avanguardia. Una Berlino veramente vasta, per certi versi spettacolare, e anche un po’ malinconica come i suoi abitanti, gentili fino all’inverosimile (è sufficiente aprire una cartina per sentirsi chiedere "Avete bisogno di aiuto?").

E le prime ore abbiamo davvero avuto bisogno di aiuto, dato che bisogna vedersela con una trentina di linee metropolitane (sotterranee e di superficie!) che solcano la metropoli come fossero capillari sanguigni!

Ora veniamo a noi: abbiamo pernottato presso il Bed and Breakfast "Guesthouse 21", in pieno quartiere gay, a due passi dai più famosi locali Bear berlinesi. L’accoglienza che ci hanno riservato i gestori è stata ottima, le stanze molto grandi e pulite. Nel periodo di Ottobre abbiamo pagato quarantanove euro per notte, colazione compresa, prezzo più che ragionevole se si pensa che nelle grandi città Italiane non si spende meno di sessanta euro!

Caso volle che l’ubicazione fosse tra le migliori che avremmo potuto desiderare, ossia a pochi metri dai più famosi locali gay della città: bar, discoteche, ristoranti e negozi.

Qui troverete una nutrita lista dei suddetti luoghi: www.spreebaeren.de

yggtorrentz telecharger | click | torrent search