10 cose da non dire mai a una lesbica

biancaneve-e-cenerentola-lesbiche-300x225

10 cose da non dire mai a una lesbica

biancaneve-e-cenerentola-lesbiche-300x225Al pari della poesia medievale tedesca, le lesbiche (i bisessuali eteroflessibli, i pansessuali e gli omosessuali in genere) sono spesso fraintese. Certo, potreste aver letto qualcosa a riguardo in qualche studio di settore, o intravista qualche scena in Grey’s Anatomy, ma è difficile poter sperimentare realmente sul campo le proprie conoscenze sul mondo delle lesbiche. Chi sono questi esseri mitici? Cosa indossano ora che gli Hipster si sono appropriati della flanella? È vero che le lesbiche vanno a vivere insieme dopo il secondo appuntamento? Queste sono solo alcune delle domande che potreste farvi.

Mentre noi generalmente crediamo nella regola che non esistono domande stupide, quando invece si tratta di donne omosessuali ci rendiamo conto che effettivamente di domande stupide ce ne sono parecchie; e francamente siamo stanche di dover ogni volta rispondere.

In linea di massima dovreste evitare di pronunciare le seguenti affermazioni/domande, sempre che non cerchiate manifestazioni di compassione, scontri fisici o non vogliate essere paragonati a dei cavernicoli.

 

1 . Chi è l’uomo in questa relazione?

Nessuno dei due. Entrambi, ma solo quando si tratta di uccidere i ragni. Nella maggior parte dei casi, il rapporto in questione coinvolge due donne: questo è ciò che le rende lesbiche. Anche in coppie non esattamente omofemminili, è offensivo dare per scontato che un rapporto lesbico ne stia imitando uno etero, specialmente quando la parola “uomo” si rifà a rigidi e obsoleti ruoli di genere.

Possibile replica: “Non lo so. Chi è l’uomo della tua coppia? ”

 

2 . Quindi, se vi piacciono le ragazze, siete attratte da voi stesse?

La questione risale al periodo vittoriano, quando Freud postulò che l’omosessualità avesse radici nel narcisismo. Se questa teoria fosse vera, invece di andare agli appuntamenti staremmo tutte a masturbarci con fervore davanti allo specchio ascoltando “You’re so Vain ” di Carly Simon.
Attrazione per lo stesso sesso non è uguale ad attrazione per il proprio sesso.

 

3 . Come fate a fare sesso?

Beh, prima facciamo un’offerta alle Dee, poi camminiamo in senso antiorario in cerchio intorno a un piatto di semi di lino, recitando versi delle Indigo Girls. Attorno alla settima rotazione, le nostre vagine si fondono in un’unione spirituale ed estatica. In seguito, beviamo del tè rooibos e discutiamo sulla riforma carceraria.

Il sesso lesbico è sempre stato oggetto di fraintendimento tra la gente fin dall’alba dei cetrioli. Non siamo sicure del perché, ma francamente siamo stanche di spiegarvi come potrebbero verificarsi atti sessuali senza l’aiuto di un dildo o altri succedanei del pene. Ma va bene, per l’ultima volta: le donne lesbiche fanno sesso in svariati modi, inclusi il coinvolgimento di mani, giocattoli, bocche, piedi, fruste, morsetti, fusioni mentali, cibo, e un numero non definito di oggetti che vagamente possono ricordare la forma di un pene, e possono essere utilizzati in un modo da generare piacere. Non esiste un modo canonico di essere lesbiche e di far sesso lesbico.

coppie-lesbiche-in-the-l-word

 

4 . Come fai a sapere che sei lesbica se non hai mai fatto sesso con un uomo ?

Come fai a sapere che sei eterosessuale se non hai mai preso un cazzo in bocca?

5 . Vuoi avere un rapporto a tre?

Ci sono stereotipi culturali molto diffusi sulle donne lesbiche, in particolare quelle bisessuali, secondo i quali, quando non stiamo distruggendo alacremente la santità delle famiglie tradizionali, noi si scalpiti per fare un “bel trio” con un uomo.
Non è sbagliato, ci piace fare sesso a tre, ma il trio “Asso-hol-utamente Santo” non ha portato altro che a una sequela di imbarazzanti proposte online di vecchi ubriaconi.
Crescere richiede fatica! Per piacere, trovati un nuovo hobby, per esempio il wind-surf o il restauro di mobili antichi! A meno che la donna in questione non te lo chieda esplicitamente.

 

6 . Davvero sei lesbica? Non l’avrei mai detto: sei così carina!

Questo è un insulto mascherato da complimento. Simili affermazioni presuppongono che le lesbiche siano degli orrendi mostri, diventate omosessuali solo perché considerate inguardabili da alcuni uomini.

Con una sola semplice domanda viene definitivamente esclusa l’idea che una lesbica possa essere femminile. Il che è semplicemente ridicolo! Molte lesbiche sono estremamente femminili. Noi le chiamiamo “Femme” (contrapposto a “Butch”, che indica una lesbica dall’aspetto più mascolino – N.d.R.). E anche se potrebbe succedere che ci si trucchi, che si indossino gonne o che si portino i capelli lunghi, ancora una volta ribadisco che non vogliamo venire a letto con te, specialmente dopo questa domanda!

7 . Quindi, dal momento che hai sposato un uomo, non sei più bisessuale, giusto ?

Essere in una relazione eterosessuale non nega la propria identità sessuale, né tutti i tuoi ex partner romantici nel corso della storia. Se continui a provare desiderio per le donne, allora sei bisessuale, indipendentemente dal fatto stai con un uomo.

 

8 . Che cos’hai contro il cazzo ?

Niente di niente. Ne siamo grandi sostenitrici! Una volta abbiamo partecipato a un ricevimento sullo “Stato del Pene al giorno d’oggi” ed è stato molto avvincente.
Scherzi a parte, domande come questa rivelano vecchi stereotipi riguardo le lesbiche, viste come detestatrici di uomini, affette da un grave caso di invidia del pene.

 

lesbiche_famose_01

8 bis. Ti manca il cazzo?

Abbiamo diversi cazzi, grazie. Uno di loro s’illumina al buio!

 

9 . È che non hai ancora incontrato l’uomo giusto!

Alcuni parenti poco informati, che per qualche oscuro motivo equiparano il lesbismo all’infertilità, affermano spesso questo poiché sperano di utilizzarci come incubatrici per i loro nipoti. Questo è altamente offensivo, invadente e presuntuoso, e inoltre implica che le donne omosessuali diventino tali a causa di brutte esperienze con gli uomini. Questo non vuol certo dire che le lesbiche non siano mai state ferite da uomini e che le brutte esperienze non formino l’opinione delle persone, ma è molto improbabile che una donna si unisca alla “squadra delle leccatrici” (traduzione di “muff-diving squad” – NdR) solo perché il suo uomo non smette mai di parlare di fantacalcio.
Non abbiamo notizie di donne eterosessuali diventate automaticamente lesbiche perché non hanno incontrato il loro principe azzurro e si sono stancate di attendere.

10 . Vorrei essere una lesbica. Le cose sarebbero molto più facili.

Certo, come no!  Se non fosse per i crimini di odio, il bullismo, i tassi di suicidio più alti, le molestie e le discriminazioni sul luogo di lavoro, il pericolo di essere lapidate a morte o frustate in alcuni paesi, la violenta repressione operata dalla Russia sulle persone LGBT, le aggressioni, la depressione, lo stigma, le persecuzioni religiose e familiari, l’obbligo di dichiararsi ogni volta che si incontra una nuova persona, le minacce di essere ripudiate dai propri cari, e dover rispondere alle domande di cui sopra più e più volte fino alla morte. Tranne che per tutto questo, sì: è fantastico! Abbiamo anche Ellen DeGeneres che ha un talk show, quindi non possiamo lamentarci.

 

Tradotto da un articolo di Anna Pulley (@ annapulley)

Commenti

  1. Xantro scrive:

    Ok, ho l’undicesima. Da dove viene il termine “butch”?

    (Moooolto divertente, condivido su FB)

yggtorrentz telecharger | click | torrent search